Domande Frequenti per il bando – Domanda accesso contributi urgenti COVID-19 attività produttive –

1 – Quando è possibile presentare domanda di contributo?

La domanda di contributo può essere presentata a partire dal momento di pubblicazione del modulo telematico (il 18/06/2020) e fino a giovedì 9 luglio 2020.

2 – Come e quando sarà erogato il contributo?

Il contributo verrà erogato sul conto corrente indicato nella domanda di accesso a seguito del completamento dell’istruttoria da parte dell’Ufficio Commercio del Comune.

3 – A quanto ammonta l’importo del contributo?

Vi sono due linee di contributo, con due graduatorie distinte. Si può presentare, con un’unica richiesta, l’accesso ad entrambe le linee ma solo qual’ora si disponga dei prerequisiti (vedi art. 2 del bando):

Linea 1 CONTRIBUTO ALLA RIPRESA: è previsto un contributo una tantum pari a:
• € 500,00 per imprese con 1 addetto
• € 1.000,00 per imprese con 2 o 3 addetti
• € 1.500,00 per imprese con 4 o 5 addetti

Linea 2 CONTRIBUTO AFFITTO: è previsto un contributo una tantum pari alla somma dei canoni di locazione dei mesi di marzo ed aprile 2020, con un massimo di € 1.500,00. Qualora il canone di locazione usufruisca della disciplina dell’art. 65 D.L. 17 marzo 2020 n. 18 e successivi (credito d’imposta del 60%), il contributo sarà riconosciuto solo sul 40% non assoggettato al credito d’imposta.

4 – Come faccio a inserire la dichiarazione o la copia del documento nella domanda?

Dopo aver compilato i campi della domanda e prima dell’invio del modulo telematico, è richiesto di caricare due file:
• la dichiarazione sostitutiva, scaricata preventivamente dalla stessa pagina web, va compilata e firmata (firma digitale o firma olografa, scansionata) e va caricata come file .jpg o .pdf o .p7m nell’ultima schermata della richiesta;
• la copia del documento d’identità, in corso di validità, va scansionato e caricata come file jpg o pdf nell’ultima schermata della richiesta;
Trattandosi di autodichiarazioni e atti sostitutivi di notorietà resi non in presenza ma a distanza, i documenti sono essenziali per la ammissione della richiesta.

 

5 – È possibile compilare la domanda telefonicamente o recandosi presso gli uffici?

No, la domanda va compilata direttamente dall’interessato ed esclusivamente per via telematica sul portale. Rimane possibile compilare la domanda per il tramite di un proprio professionista (es. commercialista).

6 – Avrò una risposta sull’esito della mia domanda?

Si. A chiusura del bando e dopo elaborazione della graduatoria, sarà pubblicato, sul sito internet del Comune di Romano d’Ezzelino, l’elenco non nominativo delle istanze ammesse a contributo e delle istanze non ammesse. Si dovrà pertanto fare riferimento al proprio numero di domanda, ricevuto via e-mail al completamento della richiesta.

7 – Qualora si riscontrasse, in fase istruttoria degli uffici, una mancata indicazione di un elemento presente nella formulazione della domanda, potrà essere integrato successivamente?

Le domande incomplete o prive delle dichiarazioni o dei documenti necessari non sono ammesse al contributo. Tuttavia in sede istruttoria il Comune potrà richiedere integrazioni e/o precisazioni in caso di incompletezza formale della richiesta.

8 – E’ possibile fare domanda del contributo se non si è residenti?

Si, è possibile. L’avviso fa riferimento alla sede legale ed operativa dell’attività economica svolta.

9 – Il contributo è cumulativo con altri contributi alle imprese/attività di carattere Statale/Regionale?

L’avviso non prevede divieti di cumulo. Si tenga presente, però, che altre tipologie di contributi, previsti da altri enti (esempio Regione) potrebbero prevedere divieti di cumulo.

10 – La mia attività non rientra tra quelle chiuse per decreto, ma ho autonomamente sospeso la mia attività per comprovati motivi. Posso accedere ai contributi?

Si è possibile. E’ necessario riportare sinteticamente nella domanda le motivazioni della avvenuta sospensione pur in assenza dell’obbligo. Deve inoltre attestare la totale sospensione dell’attività per tutto il mese di aprile, a causa dell’emergenza sanitaria.

11 – Non sono in regola con il versamento dei contributi previdenziali o con le imposte sul reddito. Posso presentare ugualmente la domanda?

No. La regolarità contributiva (DURC) è motivo di esclusione dal contributo. Motivo di esclusione è altresì l’irregolarità dei pagamenti nei confronti del Comune di tributi, sanzioni o altro.

12 – In presenza di impresa iscritta con più codici attività, dei quali solo una parte inclusi nell’elenco dei codici ATECO sospesi per l’emergenza sanitaria, è possibile inoltrare comunque la richiesta di contributo?

E’ possibile qualora il/i codice/i ATECO sospesi siano prevalenti in termini di minor fatturato dell’attività.

13 – Non so se rientro tra le attività con codice ATECO sospese, ho chiuso nel dubbio del susseguirsi di diversi provvedimenti legislativi o ordinatori regionali e comunali, posso presentare la domanda?

In fase di compilazione della domanda è necessario dichiarare se si rientra tra le attività sospese in base al proprio codice ATECO. L’ufficio procederà comunque alla verifica della sospensione per il codice ATECO di riferimento e all’eventuale ammissione a contributo.

14 – Sono un libero professionista ed ho sospeso l’attività a causa dell’emergenza sanitaria, posso presentare la domanda?

Si, anche le attività professionali possono presentare richiesta facendo riferimento al proprio codice ATECO; se il codice ATECO non risulta sospeso è possibile accedere alla graduatoria qualora si certifichi che l’attività è stata totalmente sospesa e per tutto il mese di aprile per ragioni connesse all’emergenza sanitaria.

15 – Ho partecipato agli aiuti offerti dal Governo in merito ad ammortizzatori sociali per i dipendenti posti in cassa integrazione e altre forme di aiuto, posso partecipare alla presentazione della domanda per i contributi comunali?

Si. Questo contributo comunale non esclude la partecipazione ad altre forme di contributi. Tuttavia, la normativa di riferimento comunitaria, statale o regionale potrebbe porre espressamente divieto di cumulo. Inoltre, la circostanza di aver ottenuto o richiesto altri contributi va indicata nella domanda, nella sezione specifica.

16 – Sono titolare di un’attività con codice ATECO ricomprese tra quelle sospese, ho sede operativa nel territorio del Comune di Romano d’Ezzelino ma sede legale in un Comune diverso, rientro tra i soggetti ammessi a presentare la domanda?

No, possono presentare domanda tutti coloro che hanno sia sede legale che sede operativa nel Comune di Romano d’Ezzelino.

17 – Sono un libero professionista non ordinistico iscritto ad una associazione nazionale ex legge 4/2013. Posso partecipare al bando?

Si, è possibile presentare la domanda di contributo. La partita IVA verrà verificata tramite le banche dati dell’Agenzia delle Entrate.

18 – Sono un ambulante con sede legale a Romano d’Ezzelino. Posso accedere al contributo per la ripresa?

Si, le attività di commercio ambulante, non detenendo per norma una sede operativa, possono presentare domanda se hanno la sede legale a Romano d’Ezzelino.

19 – Ho una pizzeria/ristorante che ha sospeso l’attività in base ai vari DPCM ma ho comunque effettuato la consegna a domicilio. Posso accedere ai contributi?

Si. Tutte le attività sospese dai decreti e dalle varie ordinanze possono accedere alla richiesta di contributo.

20 – Sono proprietario di una palestra. Posso accedere ai contributi?

Dipende dalla forma giuridica. Potrà partecipare solo se svolge l’attività come impresa mentre se svolge l’attività come associazione o società sportiva dilettantistica, di diversa forma giuridica, senza scopo di lucro, non potrà accedere a questo contributo.

21 – Sono titolare di una rivendita di distribuzione automatica di alimenti e bevande, costretto a chiudere, posso fare la domanda?

Si. Coloro che a seguito di Ordinanza Statale, Regionale o Comunale hanno dovuto interrompere l’attività, possono accedere alla richiesta di contributo attraverso la presentazione della domanda. Alcune attività tuttavia avranno una modesta decurtazione del punteggio proprio per loro caratteristiche (ad esempio assenza di personale dedicato).

22 – Esercito una attività sospesa per D.P.C.M. ma ho venduto con consegna a domicilio oppure a seguito di comunicazione/autorizzazione alla Prefettura, posso presentare la domanda?

Si. Tutte le attività sospese dai decreti e dalle ordinanze possono accedere alla richiesta di contributo. Nel caso di attività che ha continuato ad esercitare a seguito di comunicazione/autorizzazione alla Prefettura la circostanza è da specificare nella domanda stessa.

23 – Per il dato di fatturato, quale anno deve essere considerato?

Quello indicato nell’ultima dichiarazione presentata. Dichiarazione 2019 riferita al 2018. Per le attività che non hanno dichiarazione presentata relativa ad intera annualità è richiesto di rapportare il fatturato a 12 mesi.
Ad esempio: per un’attività avviata a settembre si farà riferimento al fatturato relativo ai quattro mesi dell’anno moltiplicato per 3. Per un’attività avviata a dicembre si farà riferimento al fatturato dell’unico mese moltiplicato per 12.

24 – Cosa si intende per numero degli addetti?

In caso di imprese, per addetti si intendono tutti coloro che svolgono attività all’interno e per il soggetto economico (impiegati, operai, collaboratori, dirigenti, familiari ecc.), purché risulti dal registro imprese, per attività con obbligo di iscrizione alla C.C.I.A.A., è compreso anche il titolare.
In caso di lavoratori autonomi, per addetti si intendono tutti i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato, compreso il titolare.
Al punto D) della domanda, se il titolare risiede in Comune di Romano d’Ezzelino, va indicato.

25 – In caso di impresa con più unità locali dislocate in comuni diversi qual è il dato corretto del fatturato da indicare nella domanda?

Nella domanda dovrà essere indicato il fatturato complessivamente raggiunto dal soggetto economico nel periodo di riferimento, anche nei casi in cui ci siano unità locali in comuni diversi da Romano. Pertanto, NON potrà essere indicato solamente il fatturato registrato presso la/e sede/i del Comune di Romano d’Ezzelino.

26 – In caso di impresa con più unità locali dislocate in comuni diversi qual è il numero di addetti da indicare nella domanda?

Nella domanda dovrà essere indicato il numero di addetti (definizione f.a.q. 24) complessivamente operanti all’interno del soggetto economico, anche nei casi in cui ci siano unità locali in comuni diversi da Romano. Pertanto, NON potranno essere indicati solamente gli addetti presenti presso la/e sede/i del Comune di Romano d’Ezzelino.

27 – La mia impresa svolge la propria attività in forza di un contratto di “affitto d’azienda”, all’interno del quale è ricompresa la locazione dell’immobile ove insiste l’attività, posso partecipare al contributo affitto?

Il contributo non potrà essere riconosciuto in presenza di un contratto di affitto d’azienda (il bando fa specifico riferimento alla locazione così come anche prevista all’art. 65 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18), salvo i casi in cui sia espressamente indicata nel contratto la quota parte per la locazione dell’immobile (unica voce in base alla quale il contributo potrà essere riconosciuto).

28 – Chi posso chiamare per informazioni?

Le informazioni sono rese dal personale dell’Ufficio Commercio del Comune di Romano d’Ezzelino tramite i seguenti canali:

telefono: 0424.818660

email: commercio@comune.romano.vi.it